Come liberare lo scarico ostruito: una guida al fai da te

Box-doccia-Venere-rettangolareRimedi semplici per scarichi difficili: i consigli di un esperto.

Incubo di coloro che condividono la stanza da bagno con qualcuno che ha i capelli lunghi, lo scarico ostruito è sempre una spina nel fianco per tutti. Gli scarichi sono una componente fondamentale e allo stesso tempo delicata della stanza di servizio e per questo motivo Kiamami Valentina (esperto di arredo e accessori bagno) vuole fornirvi qualche consiglio per prendervi cura di essi. Nel caso di scarichi intasati le folte chiome non sono le uniche da biasimare, le cause possono essere imputate anche ad accumuli di calcare, residui di sapone oppure altri misteriosi oggetti che non si sa come sono andati ad infilarsi nello scarico. Nel caso di un oggetto misterioso (ad esempio il tappo di una bottiglia di doccia schiuma che è andato a incastrarsi nella tubatura) consigliamo vivamente di contattare il vostro idraulico di fiducia, per evitare di danneggiare l’impianto.

Spesso, per mancanza di tempo ed un po’ di pigrizia, la pulizia approfondita dello scarico doccia, ma anche degli altri sanitari presenti nella stanza da bagno, viene rimandata finendo così per arrivare ad un inevitabile otturazione.

Liberare lo scarico in modo semplice e veloce:

A volte, fortunatamente, risolvere questo fastidioso problema può risultare più facile del previsto. Ad esempio nel caso di un semplice accumulo di capelli basterà servirsi di un fil di ferro per raggiungere l’ostruzione ed estrarla permettendo così all’acqua di scorrere liberamente.

In questo caso basterà munirsi di un appendiabiti in metallo, raddrizzarlo creando un unico pezzo liscio e poi piegare una delle estremità formando un uncino. In questo modo sarà più facile raggiungere ciò che impedisce all’acqua di scorrere senza dover usare le nostre dita (operazione che spesso fa storcere il naso).

Altra, più classica soluzione è l’uso dello stura lavandini: uno strumento semplice quanto efficace. Il suo utilizzo è molto semplice: assicuratevi che l’esterno del foro di scarico sia bagnato e poggiatevi lo stura-lavandino; esercitando della pressione sull’imbuto di gomma alla base, la ventosa crea un vuoto e, necessitando aria, andrà a risucchiare ogni eventuale ostruzione. Anche in questo caso potrete servirvi dell’uncino in fil di ferro per raggiungere più facilmente ciò che è rimasto sul fondo.

Ripristinare gli scarichi con il metodo bicarbonato:

Se al lavoro manuale preferite un metodo in versione “piccolo chimico” potete optare per un classico rimedio della nonna che in ambito casalingo non manca mai. Quello che vi proponiamo è il classico utilizzo di una miscela di bicarbonato ed aceto seguita da abbondante acqua bollente. Munitevi quindi di:

  • 60 g di bicarbonato
  • 150 g di aceto
  • un tappo di gomma / uno straccio bagnato per tappare lo scarico
  • 1 litro di acqua bollente

Versate quindi il bicarbonato nello scarico e fatelo seguire dall’aceto, tappate il foro di scarico e lasciate agire per 30 minuti. Nel frattempo mettete a bollire un litro d’acqua e trascorso il tempo necessario versatela nello scarico. A questo punto la miscela di aceto-bicarbonato dovrebbe aver sciolto ogni residuo e l’acqua bollente ne aiuterà l’eliminazione.

Adoperando questa soluzione un paio di volte al mese vi aiuterà a prevenire l’otturazione dello scarico.

Written by

Creare un progetto bagno armonico, aggiornato secondo prestabiliti stili di vita a prezzi accessibili in vendita diiretta solo online. Siamo specializzati nella esclusiva vendita on-line di prodotto per arredare la stanza da bagno : Otttima qualità, design aggioranto, prezzi accessibili, consegna in 72 ore e servizio clienti impeccabile.